Enoteca online per la vendita delle migliori offerte selezionate dalla Cantina Serafini e Vidotto

Serafini Vidotto Wine Shop / Wine Store per Wine Lovers

questi siamo noi

Francesco Serafini

Vulcanico ed estroverso è il volto pubblico e comunicatore dell’azienda.Il vino è la sua passione: riunisce in sé l’enologo, il profondo conoscitore, l’esperto viticoltore, il cantiniere. È proverbiale ormai la sua affermazione di sempre, sostenuta dal successo dei vini, che nella sua zona non esistano i presupposti per una viticoltura di qualità sganciata dall’impiego di vitigni non autoctoni alla quale oggi, con la stessa irruenza, ha saputo imporre una nuova sfida con un autoctono di zona: la Recantina.Negli anni si è dedicato maggiormente, rispetto al socio, alla cantina e ai rapporti esterni dell’azienda, assumendo le vesti del portavoce.

Antonello Vidotto

L’anima della vigna, il sapiente coltivatore grazie alla cui opera e passione in vent’anni sono cresciuti vino, terreni, varietà.Dal carattere meno pirotecnico dell’amico, socio e compagno di scuola, di cui condivide il profondo amore per il prodotto delle vigne, è il catalizzatore del duro e intelligente lavoro che cementa le basi di un grande vino veneto, di una grande cantina italiana.

Questo è quello che abbiamo raccolto nei nostri pochi anni di lavoro

Vini d’Italia Slow Food/Gambero Rosso (insieme fino all’edizione 2009)

In oltre mille pagine recensisce più di 2.300 aziende e 20mila vini, degustando più di 45mila campioni.
Molte le informazioni sull’attività vitivinicola: produzione annua, numero di ettari vitati e tipo di viticoltura.

Sistema di valutazione
Ogni vino ottiene un punteggio secondo l’ormai celebre sistema dei “bicchieri”, che contempla la semplice segnalazione, riconoscimento minimo, o l’accostamento con Uno, Due o Tre Bicchieri, in crescendo di qualità.

Tre Bicchieri:Il Rosso dell’Abazia 2016

Il Rosso dell’Abazia 2015
Il Rosso dell’Abazia 2013
Il Rosso dell’Abazia 2012
Il Rosso dell’Abazia 2011
Il Rosso dell’Abazia 2010
Il Rosso dell’Abazia 2008
Il Rosso dell’Abazia 2007
Il Rosso dell’Abazia 2006
Il Rosso dell’Abazia 2005
Il Rosso dell’Abazia 2004
Il Rosso dell’Abazia 2003
Il Rosso dell’Abazia 2002
Il Rosso dell’Abazia 2001
Il Rosso dell’Abazia 2000
Il Rosso dell’Abazia 1998
Il Rosso dell’Abazia 1997
Il Rosso dell’Abazia 1996
Il Rosso dell’Abazia 1995
Il Rosso dell’Abazia 1994
Il Rosso dell’Abazia 1993

Guida Essenziale ai Vini d’Italia
Di Doctor Wine – by Daniele Cernilli

Come si può intuire fin dal suo nome, la Guida di Doctor Wine ricerca l’essenzialità ed effettua quindi una selezione estremamente dura delle aziende recensite. Non la collezione enciclopedica del maggior numero possibile di vini degustati (e aziende giudicate) ma un’attenta selezione, al punto che già la presenza in Guida è segno dell’indiscutibile qualità del produttore e dei suoi vini.

Nelle edizioni:

– 876 aziende selezionate e valutate (da 0 a 3 stelle)
– 2.168 vini con un punteggio qualitativo in centesimi, di cui 198 premiati con il “faccino” di DoctorWine (punteggio da 95/100 in su), i migliori vini dell’anno
– 11 premi speciali

2019 – Il Rosso dell’Abazia 2015 – punteggio di 95/100
2018 – Il Rosso dell’Abazia 2011 – punteggio di 95/100


2019 – Pinot Nero 2016 – punteggio di 95/100
2018 – Pinot Nero 2015 – punteggio di 95/100
2017 – Pinot Nero 2012 – punteggio di 95/100


2019 – Prosecco Asolo D.o.c.g. – I milgiori vini per qualità/prezzo

 

The WineHunter

The WineHunter Award è il premio di eccellenza ed alta qualità assegnato annualmente a prodotti vitivinicoli e culinari, ai distillati ed alle birre.

Il premio viene attribuito a prodotti nazionali ed internazionali che, a seguito di una attenta valutazione, raggiungono un punteggio minimo di 88 punti su 100, e garantisce al consumatore finale la qualità superiore del prodotto.

La commissione vino è guidata da Helmuth Köcher, presidente e fondatore del Merano WienFestival, unico amministratore di Gourmet’s International e The WineHunter ed è composta da almeno tre membri, tra cui tecnici, sommelier, baristi, enotecari, giornalisti del settore ed appassionati di vino.

Le fasce di punteggio:

– The WineHunter Award ROSSO tra 88 e 89.99 punti su 100
– The WineHunter Award GOLD tra 90 e 94.99 punti su 100
– The WineHunter Award PLATINUM 95 punti su 100

2019 – Il Rosso dell’Abazia 2015 – Gold

2019 – Phigaia 2016 – Red
2019 – Recantina 2018 – Red

 

Slow Wine – Slow Food Editore

È la guida ai vini più importante d’Italia pubblicata da Slow Food Editore.
Un grande successo editoriale che si va consolidando di anno in anno per conoscere nei dettagli il mondo del vino italiano con un’attenzione alla sostenibilità unica nel panorama delle guide enologiche.
La forza del volume è il rigore con cui vengono scelte le cantine meritevoli e i vini che ottengono i riconoscimenti più ambiti: le aziende candidate ai premi più prestigiosi non possono utilizzare diserbanti chimici nei vigneti.
Il monitoraggio dei metodi di produzione è possibile perché Slow Wine è l’unica guida al mondo che visita tutte le cantine recensite ogni anno.

Le segnalazioni alle cantine:

– chiocciola alla cantina per il modo in cui interpreta valori in sintonia con Slow Food
– bottiglia azienda con ottima qualità media per tutte le bottiglie presentate in degustazione
– moneta azienda con buon rapporto qualità/prezzo per tutte le bottiglie presentate in degustazione

Le segnalazioni ai vini
:

– vino slow bottiglia eccellente, con caratteri legati a territorio, storia e ambiente
– grande vino bottiglia eccellente sotto il profilo organolettico
– vino quotidiano bottiglia dall’eccellente rapporto qualità/prezzo che costa fino a 10 € in enoteca

2019 – Azienda Agricola Serafini & Vidotto – bottiglia
2019 – Il Rosso dell’Abazia 2013 – grande vino

Duemilavini – Bibenda

Il libro guida ai vini d’Italia curato ufficiosamente dall’Associazione Italiana Sommelier.
Oltre a presentare le aziende con i loro vini, considera il territorio e, regione per regione, indica le Doc e le Docg, i prodotti Dop e Igp.

Sistema di valutazione

In Grappoli, da 2 a 5: 2 Grappoli, da 74 a 79 centesimi, vini di medio livello e piacevole fattura; 3 Grappoli, da 80 a 84 centesimi, vini di buon livello e particolare finezza; 4 Grappoli, da 85 a 90 centesimi, vini di grande livello e spiccato pregio; 5 Grappoli, da 91 a 100 centesimi, vini eccellenti.

5 Grappoli:

Il Rosso dell’Abazia 2016 
Il Rosso dell’Abazia 2015
Il Rosso dell’Abazia 2013
Il Rosso dell’Abazia 2012
Il Rosso dell’Abazia 2010
Il Rosso dell’Abazia 2009
Il Rosso dell’Abazia 2008
Il Rosso dell’Abazia 2007
Il Rosso dell’Abazia 2006
Il Rosso dell’Abazia 2005
Il Rosso dell’Abazia 2004
Il Rosso dell’Abazia 2003
Il Rosso dell’Abazia 2002
Il Rosso dell’Abazia 2001
Il Rosso dell’Abazia 2000
Il Rosso dell’Abazia 1999
Il Rosso dell’Abazia 1998

 

Berebene di Gambero Rosso

Dal 1991 il Gambero Rosso pubblica una guida ai vini con un buon rapporto qualità/prezzo.

Quest’anno sono ben 773 le etichette meritevoli di essere assaggiate.

Manzoni Bianco 2016

 

I Vini di Veronelli

Il vademecum intitolato e ispirato a Luigi Veronelli, grande firma scomparsa nel 2004. In poco più di mille pagine, organizzate per regioni, sono recensiti i “buoni vignaioli” d’Italia e del Canton Ticino. Vengono segnalati i dati anagrafici e i nomi del proprietario, dell’enologo e dell’agronomo; l’elenco dei migliori vini prodotti (cru, elevazione, annate consigliate, bottiglie prodotte, prezzi).

Sistema di valutazione

In Stelle rosse (1 vino buono; 2 ottimo; 3 eccellente), la risultante delle valutazioni nel tempo.
In centesimi, la risultante di un singolo assaggio, quasi sempre dell’ultima annata messa in commercio.
Il “sole” è il riconoscimento che viene attribuito dai degustatori ai 20 vini che li abbiano emozionati, stupiti o rallegrati nel corso dell’anno, al di là del punteggio di degustazione.

Il Rosso dell’Abazia 2015
3 stelle rosse (punteggio 93)
Il Rosso dell’Abazia 2013
Super Tre Stelle
Il Rosso dell’Abazia 2012
3 stelle rosse (punteggio 92)
Il Rosso dell’Abazia 2011
3 stelle rosse (punteggio 92)
Il Rosso dell’Abazia 2010
3 stelle rosse (punteggio 91)
Il Rosso dell’Abazia 2009
3 stelle rosse (punteggio 91)
Il Rosso dell’Abazia 2008
3 stelle rosse (punteggio 92)
Il Rosso dell’Abazia 2007
3 stelle rosse (punteggio 92)
Il Rosso dell’Abazia 2006
3 stelle rosse (punteggio 92)
Il Rosso dell’Abazia 2005
3 stelle azzurre (punteggio 92) eccellenza
Il Rosso dell’Abazia 2004
3 stelle azzurre (punteggio 92) eccellenza
Il Rosso dell’Abazia 2003
3 stelle rosse (punteggio 91)

PHI 20 2014
3 stelle rosse (punteggio 90)
Pinot Nero 2015
3 stelle rosse (punteggio 90)
Recantina 2009 – Sole Giallo

 

Vitae. La Guida Vini – AIS (Associazione italiana Sommelier)

Un ritratto delle aziende, i dati salienti di ogni produttore, 10.000 vini descritti con altrettanti piatti in abbinamento consigliati, circa 400 aziende che hanno raggiunto l’eccellenza rappresentata in guida dalle “4 viti“.
Sono questi alcuni dei numeri più significativi per inquadrare l’ultima opera editoriale dell’Associazione Italiana Sommelier.

4 Viti:

Il Rosso dell’Abazia 2011

 

50 vini che hanno cambiato l’Italia

Gambero Rosso Novembre 2006: numero 178, anno 15 della rivista.

Un’edizione storica, perché in essa Gambero Rosso dichiara il proprio amore a 50 grandi vini italiani, dopo un corteggiamento ostinato, durato 20 anni e nutrito dagli assaggi delle commissioni preposte a stilare la guida.
Il carnet racchiude i vini che nel tempo hanno ottenuto per più volte i tre bicchieri e, a parità di numero, la migliore media in centesimi relativa alle annate premiate.
50 vini selezionati in oltre 200 mila degustazioni: se esiste un gotha dell’enologia italiana, non può che essere questo.

Al numero 20 compare un vino che, secondo i redattori-compilatori, “è sempre stato una meraviglia”: Rosso dell’Abazia di Serafini & Vidotto.

Bandiera Verde Agricoltura 2011

È il riconoscimento conferito da CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) che dal 2007 è assegnato, a livello nazionale, a regioni, province, comuni, comunità montane, parchi e -come in questo caso- a aziende agricole particolarmente attive nelle politiche di tutela dell’ambiente e del paesaggio anche a fini turistici, nell’uso razionale del suolo, nella valorizzazione dei prodotti tipici legati al territorio, nell’azione finalizzata a migliorare le condizioni di vita ed economiche degli operatori agricoli e più in generale dei cittadini.


Navigation
Close

My Cart

Great to see you here !

A password will be sent to your email address.

Already got an account?

Categories

Serafini Vidotto Wine Shop

il vino, anche quello ottimo, è una bevanda alcolica: un consumo corretto non può prescindere da misura, maturità e osservanza delle prescrizioni legali, religiose o mediche.

Come il nostro vino e il nostro lavoro, questo sito, che ha finalità informative e commerciali, è improntato a criteri di etica, intelligenza, sostenibilità: i suoi contenuti quindi sono stati creati seguendo gli standard culturali dei Paesi nei quali la legge consente il consumo di alcolici e la sua visione è destinata alle persone che, secondo le rispettive norme giuridiche, ne possono fare uso. Entrando nel sito, si dichiara legalmente la propria conformità.